Eventi


Vademecum for the visionary traveller
Antonio Possenti’s Lucca

 

 

Poesie d'Artista

Piazza Anfiteatro di notte

Di notte
passa veloce
il passeggero
nella piazza deserta.
La voce del silenzio
canta il ritmo
del passo leggero.
Vorrei riuscire a fermarlo:
chiedergli ragione
del tarlo di tanta fretta.
Probabilmente userei
incomprensibili parole
secondo un’astuzia diretta
a sapere quanto
il magico luogo
riesca a stupirlo davvero.
Ma rapida scompare
l’ombra con la valigia.
Torno a contare
soltanto sul sogno
padrone delle mie ore.
L’occhio nascosto
della città
continua a scrutare
inesorabile
nel labile labirinto
del cuore.

Antonio Possenti
Lucca, settembre 2004

Carte

Che buon odore aveva
la carta del quaderno
a quadretti di terza.
Il direttore furente
mi mostra la pagina infame:
il disegno del maestro
con gli orecchi d’asino

Per quanto tempo
ho conservato la letterina dell’amata,
chiusa nel portafoglio
di carta sottile piegata.
Il tempo
le care parole ha cancellato,
perduto, svanito
è anche il nome.

C’è un lago oscuro
dove affonda
la barchetta di Arthur:
è di carta troppo leggera,
ali della farfalla di maggio
sorpresa dal temporale improvviso.