Home Categoria Tags Provincia Lucca

Provincia Lucca

Venerdi 28 Aprile a Palazzo Ducale la 2a giornata del Festival della scuola e dell'educazione

Data notizia: 
Venerdì, 28 Aprile, 2017

 

Studenti, insegnanti, dirigenti scolastici, operatori e professionisti del settore dell'istruzione, educatori e genitori, ma anche rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni del territorio hanno 'animato' venerdì 28 Palazzo Ducale per la seconda giornata del Festival della Scuola e dell'Educazione. Il festival, la cui prima giornata si era tenuta il giorno prima a Forte dei Marmi, è stato promosso dall’Associazione Genitori Scuole Cattoliche (AGESC), Comitato provinciale di Lucca e dall'Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca in collaborazione con la Provincia e il Comune di Lucca, la Prefettura, gli Istituti scolastici paritari e statali, nonché gli enti e le associazioni che operano in ambito educativo.

I lavori – coordinati dal presidente di Agesc Michela Del Carlo - si sono aperti con il convegno sulla lingua italiana dell'Accademia della Crusca durante il quale è intervenuto, tra gli altri, il presidente dell’Accademia prof. Claudio Marazzini.

E mentre seminari e convegni si sono susseguiti nella sala Staffieri e nella sala di Rappresentanza, negli altri spazi del palazzo si sono tenute mostre, laboratori di studenti e docenti, dimostrazioni e incontri che hanno trattato temi quali la legalità, i diritti umani, l'educazione alla salute, l'educazione musicale, la sicurezza stradale fino all'educazione e al rispetto dei beni artistici e culturali e alla robotica.

E' un condensato di iniziative la seconda edizione del"Festival della Scuola e dell'Educazione" in programma il 27 e 28 aprile, rispettivamente a Forte dei Marmi e a Lucca. A Palazzo Ducale, a partire dalle 10 di venerdì 28, quando era prevista l'inaugurazione della seconda giornata, erano attesi docenti e studenti da tutto il territorio, rappresentanti istituzionali, dirigenti scolastici e genitori degli alunni, nonché le associazioni che operavano nel campo dell'istruzione e dell'educazione. Il Festival della scuola è stato promosso dall’Associazione Genitori Scuole Cattoliche (AGESC), Comitato provinciale di Lucca e dall'Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca in collaborazione con la Provincia e il Comune di Lucca, la Prefettura, gli Istituti scolastici paritari e statali, nonché gli enti e le associazioni che operavano in ambito educativo.

I temi che erano trattati spaziavano dalla legalità ai diritti umani, dall'educazione alla salute alla linguistica, dall'educazione musicale alla sicurezza stradale fino all'educazione e al rispetto dei beni artistici e culturali e alla robotica. Alle 10,30 nella sala Ademollo si è svolto un importante convegno sulla Lingua italiana in collaborazione con l’Accademia della Crusca al quale è intervenuto, tra gli altri, il presidente dell’Accademia prof. Claudio Marazzini. Il convegno era rivolto agli studenti, ai docenti e ai dirigenti delle scuole secondarie di secondo grado. Contemporaneamente, nelle altre sale del Palazzo della Provincia, avranno luogo laboratori e seminari. Le attività convegnistiche, laboratoriali ed espositive si svolgeranno durante l’intera giornata e culmineranno nel Grande Concerto delle eccellenze musicali che si terrà nel Salone delle Feste del Real Collegio con inizio alle 21,00, durante il quale si hanno esibito gli studenti di sei istituti scolastici della provincia di Lucca (Liceo classico Carducci, Liceo linguistico Byron, I.C. Lucca 3, I.C. Porcari, I.C. Lucca Carducci e I.C. Motto) con solisti ed ensemble. 

Ulteriori info e dettagli su: www.festivalscuola.it/

Tags: 

Festival della scuolaculturaProvincia Lucca

Visite guidate gratuite a Palazzo Ducale martedì 25 aprile

Data notizia: 
Sabato, 22 Aprile, 2017

 

E' stato un 25 aprile particolare per Palazzo Ducale. Il grande complesso architettonico, infatti, ha ospitato dalle 10,30 le celebrazioni della Festa della Liberazione, che sono iniziate, come di consueto, nel Cortile degli Svizzeri. Dopo la cerimonia, gli intervenuti hanno acceduto, con l’ausilio di una guida, al piano nobile del Palazzo fino alle 13,30.

Nel pomeriggio il Palazzo Ducale è stato poi di nuovo aperto alla cittadinanza, dalle 15 alle 17,30, per ulteriori visite guidate gratuite che sono durate, indicativamente, 45 minuti, e sono state effettuate ogni 15 minuti, per gruppi di massimo 20 persone, con un punto di incontro sotto i loggiati di Cortile degli Svizzeri ed accesso al piano nobile di Palazzo Ducale dalla Scala Regia della Prefettura.

Il Quartiere di Parata di Palazzo Ducale restaurato e tirato a lucido per l'importante appuntamento internazionale che ha riportato Lucca e il suo Palazzo del Governo alla ribalta mediatica italiana e straniera, ha aperto le sue porte per visite guidate nelle ali rispettivamente occupate dalla Provincia e dalla Prefettura di Lucca.

Palazzo Ducale, quindi, sede da oltre otto secoli del centro politico e amministrativo del territorio lucchese, svela le sue sale, rinnovate e oggetto di recente e accurato restyling, ai visitatori e ai turisti. Oltre alla imponente sala Ademollo, alle sale Staffieri, Maria Luisa (sede dei lavori del G7), Accademia I e II, alla sala del Trono e alla splendida galleria dell’Ammannati, sarà possibile ammirare l’elegante loggiato cinquecentesco progettato dallo stesso Ammannati, le nobili facciate del ‘Palazzo principale della Serenissima Repubblica di Lucca’ ridisegnate da Filippo Juvarra, l’apparato neoclassico progettato dall’architetto regio Lorenzo Nottolini, nonché, grazie alla disponibilità del Prefetto Maria Laura Simonetti, ambienti del Palazzo sede della Prefettura di Lucca quali la Galleria delle Statue, la Sala del Bosco e alcune sale di rappresentanza come i salotti Azzurro, Giallo e Rosso.
Il servizio di accoglienza alle sale per i visitatori è stato curato dalle studentesse e dagli studenti dell’Istituto professionale Isi “Pertini” di Lucca, indirizzo tecnico per il turismo, nell'ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro. 

#IOSTOCONGABRIELE

Data notizia: 
Venerdì, 21 Aprile, 2017

 

la Provincia di Lucca si mobilita per Gabriele Del Grande. Banner per il web, striscione su Palazzo Ducale, lettera ai sindaci del presidente Menesini e mercoledì Consiglio provinciale

Ha campeggiato dalle finestre della sala Staffieri di Palazzo Ducale che affacciano su Piazza Napoleone, il grande striscione realizzato dalla Provincia di Lucca e dedicato al documentarista e blogger lucchese Gabriele Del Grande detenuto in Turchia.

La mobilitazione di cittadini e istituzioni locali e nazionali per la liberazione del giornalista lucchese era diffusa e molto partecipata con i messaggi più disparati che spaziavano dal web alla carta stampata, dalle manifestazioni di piazza agli striscioni come quello affisso dall'amministrazione provinciale guidata dal presidente Luca Menesini.

Intanto mercoledì, 26 aprile, alle 9,30 è stata Convocata una riunione del Consiglio provinciale di Lucca dove, tra l'altro, era trattata anche la questione di Gabriele Del Grande, probabilmente con la presentazione di una mozione da approvare e condividere in aula.

25 aprile 2017: il programma delle Celebrazioni della Festa di Liberazione

Data notizia: 
Venerdì, 21 Aprile, 2017

 

Lucca ha celebrato l’Anniversario della Liberazione con la cerimonia organizzata, come di consueto, dalla Prefettura di Lucca, dalla Provincia e dal Comune di Lucca in collaborazione con le Associazioni della Resistenza, combattentistiche, patriottiche e d’arma del nostro territorio. 

Le celebrazioni della giornata del 25 Aprile hanno avuto inizio con la Santa Messa in programma nella chiesa di San Michele, alle 9,30, e sono proseguite alle 10,30 con la cerimonia ufficiale in Palazzo Ducale, nel Cortile degli Svizzeri, appena rinnovato in occasione della Ministeriale Esteri G7. Qui, dopo l’ingresso dei gonfaloni e dei labari, sono stati resi gli onori al Gonfalone del Comune di Stazzema, decorato con la Medaglia d’Oro per i sette Comuni della Versilia. Agli onori al Prefetto di Lucca Maria Laura Simonetti, sono seguiti il consueto alzabandiera e il saluto di Walter Ramacciotti, presidente provinciale della Federazione italiana associazioni partigiane. Successivamente un’alunna della scuola primaria “Lombardo Radice” di Lucca ha letto l'articolo 11 della Costituzione italiana. Gli interventi previsti sono stati quelli del sindaco del Comune di Lucca Alessandro Tambellini e del presidente della Provincia Luca Menesini, mentre l’orazione ufficiale è stata tenuta da Stefano Bucciarelli, presidente dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'età contemporanea. Dopo gli onori al Prefetto, il programma della mattinata – alla quale ha partecipato il corpo musicale 'Giacomo Puccini' di Nozzano Castello – si si è poi concluso con la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti in piazza XX Settembre. 

Nell'ambito delle celebrazioni del 25 aprile, intanto, lunedì 24 aprile alle 21 nell'auditorium di S. Romano si è tenuta la performance di Marco Brinzi “La Resistenza nell'esperienza del lucchese Guglielmo Petroni”, durante la quale il noto attore lucchese ha recitato passi tratti da “Il mondo è una prigione” di Petroni. L'appuntamento è stato promosso da Anpi Lucca, Comune di Lucca, Istituto storico della Resistenza, Rete degli studenti medi di Lucca e Provincia. 

In occasione delle celebrazioni del 25 aprile, martedì è stata prevista l’apertura straordinaria del Museo del Risorgimento e del Museo della storia dell'emigrazione italiana Paolo Cresci con sede a Palazzo Ducale e del Museo della Liberazione.

La Provincia aderisce a Light it up blue, giornata sulla consapevolezza dell'autismo. Sono stati illuminati di blu Cortile Carrara e il ponte di Rivangaio

Data notizia: 
Venerdì, 31 Marzo, 2017

 

Anche il cortile Carrara di Palazzo Ducale e il ponte di Rivangaio, sulla strada provinciale n. 2 “Lodovica”, sono stati illuminati di blu, venerdì 31 marzo, fino a domenica 2 aprile in occasione dell'iniziativa Light it up blue. 

La Provincia di Lucca, infatti, ha aderito simbolicamente alla campagna mondiale promossa per sostenere la ricerca scientifica per combattere l'autismo, una malattia su cui si sta creando una sensibilità particolare da parte dell'opinione pubblica, grazie anche ad iniziative di divulgazione scientifica e di informazione come quelle promosse, a livello internazionale, da 'Autism Speaks' che ha coniato lo slogan e realizzato la mission seguita da migliaia di famiglie coinvolte da questa sindrome cresciuta di ben 10 volte negli ultimi 40 anni. Lo slogan è “Non chiudere la porta alla conoscenza, accendi una luce di blu”.

La Provincia ha scelto quindi Palazzo Ducale, uno dei complessi architettonici più importanti della città e sede dell'ente, per lanciare il messaggio di adesione all'iniziativa, ma anche il ponte di Rivangaio in quanto dotato da alcuni anni di un impianto luci a led che consente di variare la tipologia del colore. Inaugurata il 2 giugno del 2014 (Festa della Repubblica) la nuova illuminazione a led del ponte è in grado di variare d'intensità ed è utilizzata in occasioni e ricorrenze particolari con la scelta di colorazioni...a tema, come nel caso, stavolta, di Light it up blue.

L'appuntamento principale dell'iniziativa, a Lucca, era in programma domenica sera, 2 aprile, alla Cavallerizza. Il ricavato della serata è stato devoluto ad alcune associazioni locali che si occupano delle persone affette da questa sindrome.

Solo per citarne alcuni, a livello mondiale, sono stati illuminati di blu per Light it up blue: la fontana dei Dioscuri del Quirinale a Roma, l'Empire State Building a New York, la Willis Tower di Chicago, la CN Tower di Toronto, la statua del Cristo Redentore a Rio De Janeiro e la Kingdom tower di Riyadh in Arabia Saudita.

Maggiori info su: www.fondazione-autismo.it/