Home Eventi e mostre L’Olocausto attraverso gli occhi di Anne Frank e le storie di bambini ebrei della Shoah in provincia di Lucca

L’Olocausto attraverso gli occhi di Anne Frank e le storie di bambini ebrei della Shoah in provincia di Lucca

Anne Frank, una storia attuale
Data: 
Martedì, 21 Febbraio, 2017
Descrizione: 

A Palazzo Ducale sono state organizzate due mostre per non dimenticare l’Olocausto e le sofferenze della seconda guerra mondiale: la prima mostra dal titolo “Anne Frank, una storia attuale” (a cura della Anne Frank House di Amsterdam con la collaborazione dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna), per raccontare la storia della Shoah attraverso un’angolazione essenzialmente biografica. Fotografie, molte inedite, immagini, citazioni delle pagine del diario di Anne raccontano della condizione di una famiglia ebrea nel periodo nazista. 
Allo stesso tempo, attraverso significative immagini fotografiche e riproduzioni documentarie, la mostra ha offerto una dettagliata informazione sul contesto storico. Il richiamo alla tutela dei diritti umani, efficacemente inserito negli ultimi pannelli, invitava, partendo dalla conoscenza del passato, a prendere parte attiva ai problemi del presente.

La mostra è stata inaugurata mercoledì 18 gennaio alle 17.30 (Palazzo Ducale),in tale occasione Simona Generali ha presentato il monologo teatrale “Vivere ancora”. 
L'esposizione è stata allestita a Palazzo Ducale fino all’11 febbraio, poi è stata ospitata a Capannori (Palazzo Comunale) dal 16 febbraio al 1° marzo,quindi a Forte dei Marmi (7-22 marzo) ed infine a Castiglione di Garfagnana (25 marzo-18 aprile).

La seconda mostra dal titolo “Nel vento e nel ricordo, storie di bambini ebrei della Shoah in provincia di Lucca” è stata promossa da Provincia di Lucca, Comune di Lucca e Comune di Capannori, realizzata dall’Istituto Storico della Resistenza e patrocinata da molti Comuni del territorio, nonché dalla Comunità Ebraica di Pisa, dall’ANPI Provinciale, dal Parco della Pace di Sant’Anna di Stazzema e dal CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea). La mostra ha ripercorso, attraverso racconti, testimonianze e fotografie, la storia di alcuni bambini ebrei della provincia di Lucca, che affrontarono il dramma della deportazione.La mostra, inaugurata il 26 gennaio,  è rimasta aperta a Palazzo Ducale fino all’11 febbraio, a Capannori dal 27 gennaio al 16 febbraio, poi Bagni di Lucca (15 febbraio–5 marzo), Barga (9 marzo–2 aprile), Villa Basilica (18 marzo – 8 aprile), Borgo a Mozzano (5–19 aprile),Massarosa e quindi, a maggio, a Castiglione di Garfagnana.
Per maggiori informazioni sulle mostre organizzate contattare – Ufficio Scuola per la Pace (scuolapace@provincia.lucca.it) tel:0583-417451